Metà pomeriggio

Metà pomeriggio, 2017

cm 25,5x36,5

Drybrush su tavola

Richiedi informazioni
Fine inverno

Fine inverno, 2017

cm 30x40

Drybrush su tavola

Richiedi informazioni
Calicantus

Calicantus, 2017

cm 36,5x50,5

Drybrush su tavola

Richiedi informazioni
Rose

Rose, 2017

cm 40x50

Drybrush su tavola

Richiedi informazioni

Ottorino De Lucchi

Ottorino De Lucchi nasce a Ferrara nel 1951. Durante la vita ha sempre svolto attività artistica, intercalandola con la professione di chimico universitario, soprattutto durante i lunghi periodi all’estero o lontano dalla famiglia. Ha approfondito la conoscenza dei materiali delle tecniche pittoriche, che insegna all’Università Ca’ Foscari di Venezia nel Corso di Laurea in Conservazione e Restauro. Durante la permanenza negli Stati Uniti ha potuto visitare e osservare da vicino l’opera di Andrew Wyeth, appassionandosi alla tecnica e al virtuosismo dei suoi dipinti definiti come “dry brush”. Senza ulteriori informazioni, ha iniziato una serie di sperimentazioni che hanno portato allo sviluppo indipendente di una tecnica del tutto originale sia nell’esecuzione che nei soggetti. La tecnica prevede l’uso della pittura ad acquerello, dove il rapporto pigmento-legante è ottimale sia per quanto riguarda la trasparenza che la vivacità e la luminosità dei colori. La tramatura pittorica ottenuta utilizzando indistintamente pennelli, carta e tessuti è particolarmente adatta a descrivere la superficie di nature morte, figure e paesaggi. Le velature e le applicazioni di colore ottenute sia direttamente che attraverso attente rimozioni di colore permettono risultati non ottenibili con altre tecniche pittoriche. I risultati particolarmente rilevanti per contrasto e luminosità hanno sorpreso molti cultori sia italiani che stranieri tanto che Ottorino De Lucchi è stato più volte invitato a illustrare la tecnica in accademie e in istituti d’arte.