spedizione gratuita inclusa nell'acquisto

Pino Procopio

Visioni oniriche - Florence Art Gallery 28 settembre - 12 ottobre 2019

Firenze, 28 settembre 2019 – sabato 28 settembre alle ore 17.30 presso FLORENCE ART GALLERY, in Borgo Ognissanti 64r, riprende avvio una nuova stagione di eventi che si annuncia ricca di iniziative. Si parte con una mostra patrocinata dal Consiglio Regionale della Regione Toscana e dedicata ai lavori del Maestro Pino Procopio dal titolo “Visioni oniriche”. In esposizione una selezione di circa trentacinque opere, in concomitanza con la mostra presso il Palazzo del Pegaso della Regione Toscana in Via Cavour, n. 8 a Firenze (II piano, anticamera Sala Affreschi). Eugenio Giani, presidente della Regione Toscana, interverrà all’inaugurazione. Anche Pino Procopio, molto amato nel panorama artistico italiano ed estero, sarà presente.

Ci si meraviglia e si gioisce di fronte alle opere di Pino Procopio. La ricca gamma cromatica dei suoi lavori, i suoi racconti fiabeschi, i suoi personaggi, divertenti, liberi, ingombranti e allo stesso tempo agili, hanno la capacità di risvegliare in noi il gioco, la spensieratezza e lo stupore. 

Il curatore della mostra Riccardo Ferrucci scrive nel suo testo critico: “Un aspetto significativo nell’opera di Pino Procopio è l’elemento ludico, il gioco. Sembra quasi che i dipinti nascano attraverso gli occhi magici di un bambino […] Nella sua pittura si inseguono storie, sogni, miracoli, apparizioni, un teatro immaginario capace di inglobare al suo interno infiniti accordi, armonie segrete, colori ed emozioni diverse. Segni, colori, personaggi, spazi, oggetti moltiplicano, con assoluta naturalezza, l’emozione, con la rara capacità di evocare un ordinato disordine, una logica illogica, una volontà di rappresentare, in uno spazio limitato, una variegata visione”.

L’iniziativa si inserisce all’interno del ciclo di eventi Un tè da Ristori

Le opere esposte sono in vendita e saranno in mostra fino al 12 ottobre 2019.

Nota Biografica

Pino Procopio, nato Giuseppe Antonio Procopio, (Guardavalle, 16 giugno 1954), è un pittore, scultore e illustratore italiano esponente del figurativismo. Studi artistici iniziati al Liceo artistico di Catanzaro, ma ultimatisi a Roma, dove, nel 1982, si laurea in Architettura all’Università “La Sapienza”.

Nel 1980, il centro d'arte “La Bitta”, a Roma, espone la sua prima personale. Dopo due anni trascorsi a Verona, nel 1985 si stabilisce a Giulianova, in Abruzzo. 

Nel 2001, la “Fondazione Italiana Stauròs Onlus” lo invita ad esporre nel Museo Staurós di arte sacra contemporanea a San Gabriele. L'opera “Padre, nelle tue mani consegno il mio spirito” è oggi pezzo permanente della collezione del museo. L'anno successivo, nel 2002, realizza il dipinto per il manifesto della “Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d'Autore”, patrocinata dall'UNESCO. I Monopoli di Stato gli commissionano, nel 2003, la realizzazione del dipinto da apporre sul biglietto della Lotteria Europea e nel 2004 gli viene commissionato di realizzare il dipinto che verrà apposto sul biglietto della Lotteria Italia. Nel 2005 il Ministero delle Comunicazioni promuove a Roma una sua mostra che racconta l'evoluzione del servizio postale italiano in 100 anni di storia. Nel 2007 il Comitato di Pescara della “Società Dante Alighieri” gli conferisce il premio “Dante Alighieri 2007” nella sezione Arte. L'anno dopo, nel 2008, a Roma, il Museo Boncompagni-Ludovisi della Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea (GNAM) allestisce “Ulisse, scene di un viaggio”, una mostra a lui dedicata. 

Nel 2015, a Roma, la Galleria Nazionale d’Arte Moderna (GNAM), invita Pino Procopio a partecipare ad una mostra collettiva, CORPORATE ART, che vuole evidenziare il legame stretto che intercorre, tra industria e arte, attraverso varie committenze. 

Nel 2017, con il patrocinio dell’ UNESCO e MIUR (Ministero dell’ Istruzione, dell’ Università e della Ricerca), ha luogo la mostra “Baadaye, Pinocchio d’Africa”, una rivisitazione della favola di Pinocchio, in chiave moderna, legata al dramma dell’ immigrazione. 

Sempre del 2017, presso il Palazzo Michelangelo del Comune di Vasto, è allestita la mostra "Fotogrammi".

Nel 2019, in Puglia, è invitato ad esporre a Bari, Presso il Castello Svevo, dal Polo Museale della Puglia, in una mostra collettiva sul libro d'artista. Il mese successivo, sempre in Puglia è allestita una sua mostra personale a Peschici nella  della Torre del Ponte.

Sempre nel 2019, il Comune di Ascoli Piceno gli commissiona la realizzazione del prestigioso PALIO DELLA QUINTANA della storica giostra di Agosto.